-

-
La creazione ed il riciclaggio del denaro-fantasma invisibile ai bilanci bancari

sabato 13 aprile 2013

Mastropasqua, solo un prestanome del sistema ?


I 25 tentacoli di Antonio Mastropasqua: dall’Inps ad Equitalia

Il conflitto di interessi che circonda il presidente dell'Inps Antonio Mastropasqua è davvero enorme e di sicuro non tutela i cittadini.



C’è chi si lamenta di dover fare un doppio lavoro per riuscire ad arrivare alla fine del mese, ma se sapesse la vita che deve condurre il “povero” Antonio Mastropasqua non credo potrebbe lamentarsi più di tanto.
Eh sì, perchè Antonio Mastropasqua in materia di lavori è un vero recordman, imbattibile, nessuno “lavora” più di lui.
Antonio Mastropasqua è un conflitto di interessi in carne ed ossa, un uomo che colleziona incarichi e cariche di alto livello, e ovviamente gli stipendi ad esse collegati.
Ormai la sua figura, il suo nome e la sua carriera sono criticati da più e più parti, soprattutto da quando Inpdap e Enpals sono stata accorpate, nello stesso ente, e Mastropasqua, già presidente dell’Inps, è stato chiamato a coprire l’incarico di punto di riferimento della Idea Fimit in sostituzione di Paolo Crescimbeni dopo le sue dimissioni.
Idea Fimit, una società che ha appena un anno di vita, vede come suoi azionisti anche Inpdap e Enalps, e proprio il ruolo azionario dei due enti ha reso necessaria la nomina di Mastropasqua.
Con questo nuovo e fresco incarico Mastropasqua dovrebbe essere arrivato a quota 25 tra i ruoli che ricopre all’interno di presidenze, vice presidenze,  presenze all’interno dei consigli di amministrazione et similia.

I tanti incarichi di Mastropasqua

Ricordiamo quali incarichi ricopre il tentacolare Antonio Mastropasqua: oltre ad essere presidente dell’Inps (nomina che gli è venuta direttamente dal Governo, non importa da quale, basti sapere che è una nomina governativa), tra le varie presidenze e vice presidenze, c’è anche Equitalia, Equitalia Nord, Equitalia Centro, Equitalia Sud.
Poi il nostro straordinario recordman è dirigente anche dirigente di Italia Previdente, di Eur Spa, di Eur Tel, di Eur Congressi Roma, di Coni servizi Spa, di Autostrade per l’Italia, di Fandango, di Telecom Italia Media; è inoltre all’interno del consiglio di amministrazione di Quadrifoglio, di Telenergia, di Loquendo, di Aquadrome e per finire presidente onorario di Mediterranean Nautilus Italy, di ADR Engineering, di Consel, di Groma, di EMSA Servizi, di Telecontact Center, di Idea Fimit SGR.

25 incarichi, che prima erano 55, ma sono stati ridotti

Nonostante la riduzione il potere nelle mani di questa persona è enorme; basti pensare a quante poltrone possa controllare dall’alto dei suoi incarichi.
Ma quello che viene da chiedersi e dove trovi il tempo per gestire tutti questi ruoli, per sedere su tutte queste poltrone.
E soprattutto una domanda sorge spontanea: quante mani deve avere per poter firmare assegni, documenti, relazioni, incarichi ecc…?
E quello che mi chiedo è: ma sarà davvero Mastropasqua a gestire tutti gli incarichi che è chiamato a ricoprire, o alla fine è solo un prestanome del sistema, della classe dirigente?


Link: http://www.investireoggi.it/finanza/i-25-tentacoli-di-antonio-mastropasqua-dallinps-ad-equitalia/#ixzz2QINI8Hsw