-

-
La creazione ed il riciclaggio del denaro-fantasma invisibile ai bilanci bancari

sabato 2 novembre 2013

Blitz di Forza Nuova, in centro a Bergamo, contro l’ ”euro follia”

Blitz di Forza Nuova, in centro a Bergamo, contro l’ ”euro follia” e il fiscal compact in occasione dei venti anni di Maastricht.

Pubblicato da fnbergamo - novembre 2, 2013
a

Intorno alle quindici di questo pomeriggio una trentina di militanti bergamaschi di Forza Nuova hanno effettuato un blitz in Piazza Della Libertà a Bergamo in occasione del “compleanno” del trattato di Maastricht, entrato in vigore il 1° novembre di venti anni fa.
I militanti forzanovisti hanno intonato, per più di un’ora, cori contro l’UE, il sistema bancario e il governo Letta, distribuito centinaia di volantini ed esposto, inoltre, uno striscione con scritto: “20 anni di Maastricht… senza sovranità nessuna libertà”.
Il trattato di Maastricht è, infatti, l’atto formale tramite il quale si diede il via all’euro-dittatura bancaria che ha portato da una parte all’indebitamento dello stato italiano nei confronti delle grandi banche private che detengono le quote di Bankitalia e della BCE, e dall’altro all’obbligo del rispetto di assurdi parametri finanziari.
L’ultimo, solo per cronologia, diktat imposto dai burocrati di Bruxelles e votato all’unanimità dalle forze politiche di governo è il Fiscal Compact (o Patto di Bilancio Europeo): un parametro che per l’Italia prevede l’esborso alla BCE di qualcosa come 45 miliardi di euro l’anno, cifra destinata a crescere nel caso il nostro stato contragga ulteriori debiti.
L’unico modo che lo stato italiano ha, di fatto, di pagare tale cifra è quello della progressiva svendita dei beni nazionali, della sanità e del taglio netto di pensioni, posti di lavoro, ecc..
Maastricht di fatto rappresenta idealmente la svendita di un potere, quello di emettere moneta, da parte dei nostri politicanti a favore dei consigli d’amministrazione di banche private.
Forza Nuova ritiene tra i suoi compiti urgenti la lotta all’usura con la soppressione delle bande criminali dedite allo strozzinaggio: la banca deve essere concepita come istituto di vero credito popolare orientato verso il bene comune e pertanto controllato dallo Stato.
Forza Nuova esige che sia cancellato il debito pubblico nei confronti del Fondo Monetario e di altri istituti, fonte già oggi d’ingiuste imposte destinate ad aumentare in maniera esponenziale con l’introduzione del fiscal compact.
Ufficio Stampa
Forza Nuova Bergamo
c
b
d
e

Il rischio (im)morale nel sistema bancario italiano